Mutui agevolati per la ristrutturazione di ville storiche

Villa antica abbandonataIn Italia sono presenti i tre quarti dei monumenti artistici mondiali, tra cui numerose ville antiche in stato di degrado. Fortunatamente è possibile salvaguardare questo patrimonio usufruendo di mutui agevolati promossi dallo Stato.

Il legislatore prevede infatti forme di intervento per proprietari che intendano investire in tali strutture per renderle abitabili o con l’obiettivo di un recupero architettonico-ambientale, nonchè per usufruire dell’immobile a fini turistici.

Secondo la legge 1552/1961 art.3 e L. 352/1997 art.5, e successive disposizioni applicative, è infatti possibile beneficiare delle agevolazioni contributive e creditizie  approvate dal Ministero per i Beni Culturali ed Ambientali. Si può ottenere così un importo che copra fino al 100% dei costi effettivi dell’investimento con una durata fino a 15 anni, estendibile a 20 anni in via eccezionale, incluso un periodo massimo di due anni di preammortamento. Il tasso può essere ovviamente sia variabile (euribor 6m + spread da concordare) che fisso (parametrato all’irs di periodo + spread da concordare).

Un’occasione da non perdere per i proprietari di ville antiche che desiderino ristrutturarle.

Fonte: AreaFinanza

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>