Benefici della firma digitale nei mutui

La firma digitale è stata un’innovazione importante, grazie a cui è stato possibile sviluppare l’home banking e ridimensionare i costi per i prestiti on line. Ha portato benefici anche alle banche, in quanto , possono calcolare con che possibilità un richiedente può rimborsare il credito rilasciato grazie ad una valutazione del merito creditizio.

A partire dalla Direttiva europea sulle firme elettroniche 1999/93/CE è stato rafforzato il valore probatorio della firma digitale.

Inizialmente era necessario il riconoscimento della paternità della documentazione; ma col tempo era logico attendersi una legittimazione dei nuovi strumenti digitali. Non è, quindi, più necessaria la firma autografa autenticata da un pubblico ufficiale.

Gli istituti erogatori di credito si sono subito attivati, accordandosi con i certificatori, ovvero i soggetti abilitati al rilascio degli strumenti utili. Le corsie preferenziali scelte sono state:

-software appositi per la generazione di chiavi di identificazione e l’avvio di procedure automatiche;

-fornire supporti fisici ai clienti.

Con l’autocertificazione, si attiva comunque la cosiddetta procedura automatizzata di valutazione del merito creditizio (in gergo “credit scoring”): Credit Score = con quanta probabilità il richiedente non rimborserà il prestito.

La situazione dei mutui a settembre 2012

Il mercato immobiliare è ancora traballante e non si intravede una via d’uscita entro breve, principalmente a causa dell’accesso sempre più restrittivo al credito. Si vocifera però di una mossa delle banche causata dall’andamento dei loro bilanci. Se non vogliono chiudere l’anno con un impressionante tonfo (a giugno era un -42% rispetto al 2011), dovrebbero erogare qualcosa in più a chi fa richiesta di un finanziamento per l’acquisto di una casa o un prestito per la ristrutturazione della propria abitazione.

Analizzando la situazione nel dettaglio si scopre però che gli spread delle banche non sono diminuiti (forse aspettano nuova liquidità dalla BCE). D’altra parte, gli indici di riferimento Euribor ed Eurirs sono ai minimi storici e quindi rendono l’equazione del tasso d’interessi finale bassa e quindi conveniente.

Il vero problema è poter disporre di solide garanzie che riescano a convincere le banche ad erogare il mutuo e possedere abbastanza liquidità per arrivare a coprire almeno il 20/30% del costo della casa da acquistare.

Le migliori offerte mutui e i tassi oggi, settembre 2012

Le promozioni principali di prodotti delle banche partite a settembre, dopo la pausa estiva, sono essenzialmente 3:

  • Intesa San Paolo: Ai giovani sotto i 34 anni, anche atipici, con la possibilità di personalizzare il mutuo e di arrivare al 100% del valore dell’immobile.
  • Offerte di mutuo di Cariparma per tutto settembre con finalità di acquisto casa o ristrutturazione e con qualsiasi tasso, variabile, fisso o misto
  • Mutuo Arancio: con l’apertura di un conto corrente Arancio si avrà la possibilità di uno sconto sullo spread di -0,30% di interessi.

Arriva il “Fondo per la Casa” per aiutare i giovani ad accedere a mutui o prestiti

Una recente ricerca effettuata da Bankitalia evidenzia le grandi difficoltà che i giovani incontrano nell’accesso al credito: questo fenomeno che si protrae ormai da parecchi anni e per il 2013 probabilmente non migliorerà. Il problema è aumentato sensibilmente arrivando ad una diminuzione del 30% di mutui e prestiti per la casa concessi alle giovani coppie ed agli stranieri residenti in Italia.

Per aiutare i giovani in questa situazione di disagio, la presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Gioventù, ha istituito il “Fondo per la Casa“, che ha come obiettivo l’erogazione di somme di denaro finalizzate all’acquisto della prima casa per giovani coppie sposate o nuclei familiari con figli minorenni.

Questa nuova entità concede in prestito un capitali pari a 50 mila euro per quei giovani in cerca di abitazione e che sono in condizioni lavorative non stabili, quindi precari, ovvero coloro i quali hanno una situazione contrattuale a tempo determinato o sono assunti con lavori atipici. Questa agevolazione servirà loro per ottenere una garanzia e permettere di riuscire ad ottenere un finanziamento per comprare casa.

Per potervi accedere bisogna risultare idonei a precisi requisiti riportati negli appositi moduli da esibire presso le filiali degli istituti di credito aderenti.