Info Mutui: si alzano gli spread

A quanto pare, dopo la bufera finanziaria dell’estate 2011, settembre si presenta essere un buon mese per coloro i quali intendano aprire un mutuo. il valore dello spread è in rialzo.

Molti istituti di credito sono infatti decisi ad alzare lo spread. Il fatto è che la Banca centrale europea continuerà ad aumentare il costo del denaro fino a tutto il 2012.

Si sa perciò che la crisi del debito pubblico italiano con la crescita a dismisura dello spread BTp-Bund,ha avuto ripercussioni anche sulle banche;le quali ora devono pagare di più per ottenere il denaro onde finanziare i prestiti alla clientela.

UniCredit, ad esempio,ha appena emesso un’obbligazione garantita da mutui chiamata “covered bond” della durata di dieci anni, pagando un tasso del 5%.

Sono ovviamente provvedimenti atti ad allettare possibili mutuatari ed in virtù di ciò, è decisamente opportuno tener presente l’elemento spread.


Mutui: richiesti per lo più dai single

mutui per singleIl comparatore di mutui online per antonomasia – Mutui.it – svela un dato interessante: la maggioranza delle persone che richiedono mutui, specialmente per l’acquisto della prima abitazione, è single e ha circa 35 anni.

Mediamente viene richiesto un finanziamento di 134.000 euro che corrisponde al 67% del valore dell’immobile; il 54% opta per il tasso variabile mentre il 31% per il fisso.

È sintomatico dell’attuale andamento economico del Paese il fatto che l’importo del mutuo si differenzi da regione a regione: nel Lazio vengono richiesti per lo più finanziamenti che si aggirano intorno ai 150.000 euro, in Toscana siamo sui 140.000 euro, nel meridione si va da 108.500 a 118.000 euro mentre in Trentino ci si attesta sui 145.000 euro.

Ciò è reso possibile dal fatto che l’impegno per il pagamento è di 25 anni e questa appare decisamente come un’allettante agevolazione.

Aumenta la richiesta di mutui per lo studio

Mutuo per studioGli istituti di credito, nell’ambito di un progetto rivolto ai giovani, attestano come sia sempre più frequente la richiesta di mutui da parte di giovani lavoratori per terminare gli studi dopo un periodo di stasi dovuto a problemi lavorativi, per frequentare un master o un programma Erasmus.

Esistono infatti offerte adatte a persone di età compresa tra i 18 ed i 35 anni, con importi fino a 20.000 euro. Interessante è il fatto che il rimborso può definirsi personalizzato, ovvero si ha la  possibilità di gestire l’importo della rata mensile e la durata del finanziamento ed è pure previsto, in caso di accertate difficoltà, il fatto di sospendere il pagamento anche per sei mesi o di cambiare il piano di rimborso riducendo la rata mensile.

L’agevolazione più mirata consta nel fatto che, come documentazione, è sufficiente l’iscrizione al corso di laurea e/o master senza garanzie di reddito percepito.

Tutto questo dimostra come la richiesta di un mutuo possa essere un’ottima occasione  per portare a compimento il proprio programma di studi.