Previsto un incremento dei mutui per l’acquisto della prima casa

La notizia è riportata da un’accurata indagine di Nomisma e rivela prospettive promettenti per quanto riguarda la richiesta di mutui per la prima casa nel mercato della penisola dei prossimi 12 mesi.

Si dichiara infatti che il presupposto è dato dalle recenti domande concretizzatesi nella richiesta del 10% delle famiglie di un mutuo ipotecario sulla prima casa durante il 2011, con un’erogazione totale di 457.000 operazioni.

Per le operazioni future invece 3 transazioni su quattro verranno supportate da un mutuo ipotecario, con un’elevata percentuale di richieste da parte dei giovani.

Questa notizia fa quindi ben sperare (viste le attuali possibilità concesse dagli istituti di credito) nella positiva riuscita per molti di effettuare il primo importante acquisto.

Acquisto mutuo prima casa per immigrati

Sintomatico della situazione odierna nel nostro paese è il fatto che l’11% dei richiedenti un mutuo per l’acquisto della prima casa è straniero.
A confermarlo un’attenta analisi di Mutui.it dalla quale emerge che la maggioranza degli immigrati è rumena e la richiesta costa  mediamente in 132 mila euro ovvero l’80% del valore dell’immobile.

Il tasso variabile è scelto dal 54% dei casi con un impegno di 25 anni. Prevedibile è la situazione geografica che concretizza tali richieste ovvero:la lombardia col 25,80% detiene il primato,al secondo posto il lazio col 13,38%;seguite da regioni come l’emilia romagna, il veneto, il piemonte e la toscana.  Si evince quindi che l’integrazione delle comunità di immigrati si attua anche con la richiesta del mutuo per l’acquisto della prima  casa.