Mutui per ristrutturazione: ecco come richiedere il mutuo

Da quanto ci viene riportato da MutuiOnline.it aumentano le richieste dei mutui online per ristrutturare la propria casa (+3,5% rispetto allo scorso anno), ma non tutti sanno esattamente come muoversi.

Ecco un breve prontuario:

Si effettua la richiesta presso la banca con documenti reddituali e patrimoniali, un preventivo dei lavori, nonchè il computo metrico.

Viene successivamente incaricato un perito allo scopo di verificare il nuovo valore della casa in base all’effetto che avranno i lavori stessi; indi per cui su quest’ultimo importo si calcola il finanziamento.

Infine si decidono i tempi di finanziamento divisi in 2 tranche, di cui la prima consiste nel 50%. Se viene seguita questa sequenza procedurale l‘erogazione arriva in 45 giorni e quindi gli interessi passivi sono detraibili.

Come si evince, la procedura non è difficile ed è conveniente.

Ristrutturare casa con una detrazione del 19%

Agevolazioni per ristrutturazioneL’Agenzia delle Entrate ha dato un’importante notizia per coloro i quali desiderino ristrutturare la propria abitazione, i quali avranno la possibilità di detrarre il 19% sull’irpef.

Come? Per ogni ristrutturazione edilizia è previsto uno sconto d’imposta, attuabile anche per i contribuenti che richiedono il  mutuo per l’acquisto della prima casa. Si possono perciò detrarre dall’ irpef tutti gli interessi passivi nonché gli oneri accessori versati per i mutui ipotecari per un massimo del 19%, applicabile ad un importo non superiore a 2.582,28 euro per ogni anno d’imposta.

Bisogna solo rispettare tre regole  imprescindibili: il mutuo dovrà essere richiesto dal proprietario dell’immobile; tale mutuo dovrà essere effettuato sei mesi prima dell’inizio dei lavori edilizi e la casa deve essere l’abitazione principale.

Questo dimostra come sia possibile trarre agevolazioni dalla detrazione irpef per un’eventuale ristrutturazione o per l’acquisto della prima casa, essendo il 19% una quota considerevole.

Fonte: Mutui.it